NOVITA’ IMPORTANTI PER IL TERZO SETTORE

E’ ormai prossima per taluni Enti del #TerzoSettore la data del 3 Agosto 2019 prevista dal Codice del Terzo Settore (art. 101 co. 2, D.Lgs. 117/2017 e s.m.i.) entro la quale tali Enti dovranno modificare i propri statuti al fine di adeguarli alle nuove disposizioni inderogabili o di introdurre clausole che escludono l’applicazione di nuove disposizioni derogabili mediante specifica clausola statutaria.

Per tali modifiche viene richiesto l’atto pubblico con le modalità e le maggioranze previste per le assemblee ordinarie.

Sono Enti del Terzo Settore in via generale, le Organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, gli enti filantropici, le imprese sociali, incluse le cooperative sociali, le reti associative, le società di mutuo soccorso, le associazioni, riconosciute e non riconosciute, le fondazioni e gli altri Enti di carattere privato, costituiti per il perseguimento senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento di attività di interesse generale.
In particolare, tale scadenza interessa soprattutto le Organizzazioni di volontariato (ODV), le associazioni di promozione sociale (APS) e le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus), che rappresentano la maggior parte degli Enti no-profit così importanti per l’opera che svolgono nella nostra comunità.
Di notevole rilievo sono le conseguenze giuridiche del mancato adeguamento entro tale data, in attesa della completa attuazione del Codice del Terzo Settore con l’introduzione del Registri Unico Nazionale, che avrà attuazione a seguito della pubblicazione del relativo decreto.